Il tuo contributo ci permette di intervenire in modo indipendente ed efficace per le persone e per la loro famiglia.

Che cosa è la SLA

La sclerosi laterale amiotrofica, o SLA, chiamata anche morbo di Lou Gehrig (dal nome di un giocatore di baseball, la cui malattia nel 1939 sollevò l'attenzione pubblica), o malattia di Charcot o malattia dei motoneuroni, è una malattia neurodegenerativa progressiva del motoneurone, che colpisce selettivamente i motoneuroni, sia centrali ("1º motoneurone", a livello della corteccia cerebrale), sia periferici ("2º motoneurone", a livello del tronco encefalico e del midollo spinale).
Fu descritta per la prima volta nel 1860 dal neurologo francese Jean-Martin Charcot, ma attualmente le sue cause sono ancora ignote, anche se gli studiosi sospettano fattori genetici e ambientali.

Il nostro blog

Paolo Conticini sostiene la raccolta fondi del Team Deri

Siete stati BRAVISSIMI nel condividere: ECCO SVELATO IL […]

Ep2-Comunicare con un malato di SLA

Comunicare con un malato di SLA è una […]

Ep1:Il saturimetro

Il saturimetro o pulsossimetro è un oggetto molto […]

“Guardate le stelle invece dei vostri piedi.”

Stephen Hawking è stato un grande scienziato, un […]

2° Cena della Solidarietà

23 SETTEMBRE- Presso la chiesa di Casciavola sarà […]

Serata al bagno Miramare

20 Luglio 2017- Al bagno Miramare è stata organizzata […]

5 diritti fondamentali

Cinque diritti fondamentali, da promuovere a livello globale. Sono i diritti dei malati di Sla raccolti in “The Family –Tree of National ALS/MND Charter”: si tratta di una campagna sui diritti dei pazienti lanciata in occasione dell’edizione 2013 della Giornata mondiale sulla Sla. Eccoli in sintesi:
* Le persone malate di SLA hanno diritto a una diagnosi precoce e a una corretta informazione sulla malattia.
*Le persone malate di SLA hanno diritto a trattamenti specifici per la cura della malattia.
*Le persone malate di SLA hanno diritto essere trattati come individui, con dignità e rispetto.
*Le persone malate di SLA hanno diritto a massimizzare la qualità della propria vita.
*Chi si prende cura di persone malate di SLA ha diritto a essere considerato, rispettato, ascoltato e ben supportato.

Vai alla barra degli strumenti